I comunicati interni degli uffici governativi

I comunicati interni degli uffici governativi, indirizzati ad una pluralità di destinatari interni a ciascun ministero con scopi che posso variare da documento a documento, andando dall’impartizione di un ordine, alla trasmissione di disposizioni, alla diffusione di informazioni, portano il nome di circolari ministeriali. Il termine circolare, con cui vengono designati i comunicati interni degli uffici, parrebbe derivare dal gergo militare, nell’ambito del quale il vocabolo “circolare” designava ciascun ordine che il portaordini doveva consegnare ad una pluralità di comandi o uffici. Nella sostanza la circolare è una lettera (contenente il comunicato) un documento in formato elettronico, o una comunicazione telematica (ad esempio un'e-mail). L'uso delle circolari non è prerogativa degli uffici governativi bensì tipico di tutte le organizzazioni burocratiche, pubbliche e private, dove vengono utilizzate dai superiori per impartire ordini e disposizioni ai loro subordinati. Comunicati interni dello stesso genere sono quelli diramati dalle segreterie scolastiche, dai provveditorati, dagli enti locali quali Comuni, Province, Regioni, ecc. Dal punto di vista giuridico gli ordini e le disposizioni contenute nei comunicati interni del tipo “circolare” hanno validità limitata all'ordinamento interno dell'organizzazione e non trovano, quindi, applicazione nei confronti degli estranei che si rapportano con essa. Nella pratica le circolari sono largamente utilizzate nelle amministrazioni pubbliche, i cui uffici interpretano ed applicano le norme di legge secondo le indicazioni in esse contenute.

Cercato come:

I comunicati interni degli uffici governativi

Categorie: