Un titolo dei casati Sforza e Visconti

Un titolo dei casati Sforza e Visconti – storici casati nobiliari d’Italia, che si avvicendarono al governo del capoluogo lombardo nei secoli XIV e XV – è il titolo di duca di Milano. Il culmine della potenza dei Visconti – il cui cognome, derivato dal latino vice comitis, suggerisce il loro titolo originario di vice conti  – fu raggiunto nel 1395, anno in cui Gian Galeazzo Visconti ottenne dall’imperatore Venceslao il titolo di duca di Milano. Dopo la morte di Gian Galeazzo, avvenuta nel 1402, il Ducato di Milano passò ai figli Giovanni Maria e Filippo Maria. A quest’ultimo, scomparso nel 1447, subentrò infine Francesco Sforza, il quale acquisì il titolo di duca di Milano a seguito del suo matrimonio con Bianca Maria Visconti, figlia legittimata e ultima erede di Filippo Maria Visconti. Dal matrimonio, che sancì l’unione dei casati Sforza e Visconti nonché la trasmissione del titolo ducale da un casato all’altro, ebbe origine il ramo più importante della famiglia. Il ramo milanese degli Sforza, scaturito dalle nozze di Francesco Sforza e Bianca Maria Visconti, si estinse infine nel 1535, allorquando Francesco II Sforza morì senza lasciare eredi. Il Ducato di Milano fu pertanto annesso ai domini di Carlo V, il quale decise in seguito di affidarlo al figlio Filippo, futuro re di Spagna.

Cercato come:

un titolo dei casati sforza e visconti

Categorie: