Il vestibolo della casa romana

Il vestibolo della casa romana – ed in particolare della casa signorile di città, comunemente designata come domus – prende il nome di protiro. Entrando più nel dettaglio, è possibile individuare il protiro della casa romana nel vestibolo o corridoio che collega la porta d’ingresso con quella che introduce nell’atrio. Non sempre però il termine ‘protiro’ è impiegato in riferimento al vestibolo della casa romana: nell’architettura cristiana infatti, lo stesso termine passò ad indicare un piccolo portico posto a protezione e copertura dell’ingresso principale di una chiesa. Tutt’altro che assimilabile al vestibolo della casa romana, da cui si differenzia per struttura e funzione, il protiro della chiesa medievale è di norma composto da una volta sostenuta sul davanti da una coppia di pilastri o colonne e sul retro addossata alla parete dell’ingresso principale. In molte chiese – fra cui la stessa chiesa di S. Zeno a Verona – la coppia di pilastri o colonne risulta appoggiata su due leoni, chiamati appunto ‘leoni stilofori’. Se il vestibolo della casa romana si limitava a svolgere una funzione di collegamento, diversamente il protiro della chiesa medievale serviva soprattutto da riparo e copertura: è opinione comune infatti che il compito originario di questa struttura architettonica fosse quello di offrire ai questuanti un temporaneo ricovero dalle intemperie. 

Cercato come:

vestibolo della casa romana

Categorie: