L’antica città della Palestina un tempo chiamata Antiochia

L’antica città della Palestina un tempo chiamata Antiochia o Antiochia Semiramide – da non confondere con la più celebre Antiochia di Siria, oggi entro i confini della Turchia – è la città Giordana di Gadara, attualmente chiamata Umm Qais. Il nome Gadara appare di origine semitica e probabilmente deriva dal vocabolo ebraico “gader” il cui significato è quello di "recinto" o "confine". Questa antica città della Palestina storica venne strappata ai Romani nell’anno 218 a.C., quando Antioco III di Siria, detto il Grande, invase la Palestina. Più tardi Pompeo liberò la città palestinese dal dominio dei Seleucidi e restituì ad essa l’autonomia nel 63 a.C. Poco prima della nascita di Cristo l’antica Antiochia fu ceduta da Augusto a Erode, precisamente nel 30 a.C. Alla morte di Erode la città tornò nella Provincia Romana di Siria. L’Antiochia palestinese rimase poi sede vescovile fino alla conquista degli Arabi, quando la popolazione si convertì all’Islam. Nel 747 fu distrutta da un terremoto e abbandonata definitivamente. Tutt’altra città è invece Antiochia di Siria, che oggi ricade nel territorio della Turchia, sorgendo sulle rive del fiume Oronte, poco lontano dalla sua foce nella parte nord-orientale del Mare Mediterraneo e poco distante dalla frontiera con l’odierna Siria. Questa Antiochia fu una delle più grandi metropoli del mondo antico, a partire almeno dall'epoca ellenistica, e restò tale per molti secoli, rappresentando uno dei principali centri commerciali e culturali del mondo antico. La città fu distrutta dal terremoto del 525 d.C. e nel 540 d.C. venne conquistata dai Persiani, dopodiché subì un progressivo declino, che ridimensionò notevolmente la sua importanza. Oggi conta circa 300 000 abitanti.

Cercato come:

L’antica città della Palestina un tempo chiamata Antiochia

Categorie: