Un’antica famiglia fiorentina produttrice di vini

Un’antica famiglia fiorentina produttrice di vini, una delle più antiche e nobili famiglie toscane, che rivestì un ruolo di primo piano nella storia dell’Europa nel Medioevo, è la famiglia Frescobaldi. Nel Duecento i Frescobaldi arrivarono a Firenze dalla Val di Pesa e iniziarono a dedicarsi al commercio e alle attività bancarie. Le loro attività principali erano la produzione e il commercio di lana, il prestito bancario e l'agricoltura. I Frescobaldi divennero fra i più potenti banchieri dell’epoca e finanziarono  le attività di sovrani come Edoardo I ed Edoardo II d'Inghilterra. Ebbero dal papa l’incarico di riscuotere in tutta Europa le decime papali. Le prime notizie dell'attività vinicola dei Frescobaldi risalgono addirittura al 1308. Dopo tanti secoli l’antica famiglia fiorentina è ancora uno dei maggiori produttori italiani di vino di alta qualità. La famiglia dei Frescobaldi è la più importante produttrice di vini in Toscana, dove possiede, in zone particolarmente vocate e dedicate alla produzione di vini pregiati DOCG, DOC e IGT, terreni di vastissime estensioni coltivati a vigneto. Vittorio degli Albizi, fratello di Leonia, moglie di Angiolo Frescobaldi, fu un grande innovatore e fu tra i primi a introdurre nelle tenute dei Frescobaldi nuovi metodi di produzione vinicola. Già nel 1855 sperimentò l’introduzione in Toscana di vitigni Chardonnay, Cabernet e Merlot. Una curiosa testimonianza documentale ritrovata nell’archivio di questa antica famiglia fiorentina produttrice di vini, è una nota che certifica uno scambio di vino fra i Frescobaldi e  Michelangelo Buonarroti. 

Cercato come:

Un’antica famiglia fiorentina produttrice di vini

Categorie: