Un arcipelago a sud di Cuba

Un arcipelago a sud di Cuba, molto celebre per il fatto di rientrare nel novero di quei cosiddetti “paradisi fiscali” che sempre più spesso assurgono agli onori della cronaca, è l’arcipelago delle isole Cayman. Le isole Cayman sono un arcipelago composto da tre isole situate nel Mare delle Antille a sud di Cuba e a nordovest della Giamaica. Le tre isole che compongono l’arcipelago sono Grand Cayman, Little Cayman e Cayman Brac. La capitale dell’arcipelago è la città di George Town. L’arcipelago venne scoperto da Cristoforo Colombo nel 1503, successivamente rimase un luogo ad uso dei pirati dell’Atlantico fino al 1670, quando passò sotto la dominazione inglese. Il sistema fiscale italiano, col Decreto Ministeriale del 4 maggio 1999, ha inserito le isole Cayman nella black list degli Stati o Territori aventi un regime fiscale privilegiato. L’inserimento nella black list ha comportato l’attuazione di particolari limitazioni fiscali ai rapporti economico-commerciali che si intrattengono tra le aziende italiane ed i soggetti ubicati nel territorio dell’arcipelago a sud di Cuba. Il regime fiscale deregolamentato e l’esenzione dalle imposte per i capitali presenti nelle banche dell’arcipelago, sono ovviamente un vigoroso motore per l’economia locale. Tuttavia l’economia dell’arcipelago a sud di Cuba non si basa esclusivamente sulla finanza, ma anche su un fiorente turismo. Molto rinomata e frequentata è in particolare la Seven Mile Beach, una spiaggia lunga 7 miglia di sabbia bianca finissima, nei pressi di George Town, sull'isola di Grand Cayman. Grand Cayman è famosa anche per Stingray City, un allevamento di razze del sud. L’arcipelago a su di Cuba viene menzionato nel brano Legalize the premier, uno dei pezzi dell'album “Il sogno eretico” di Caparezza, nel quale il rapper italiano cita le Isole Cayman come paradiso fiscale, meta di personaggi italiani importanti che tentano di sfuggire alla tassazione.

Cercato come:

Un arcipelago a sud di Cuba

Categorie: