Il celebre astronomo tedesco contemporaneo di Galileo

Il celebre astronomo tedesco contemporaneo di Galileo, che nacque il 27 dicembre 1571 a Wurtenberg, in Germania, e morì a Ratisbona il 15 novembre 1630, è stato Keplero. Giovanni Keplero fu il primo astronomo a intuire che le orbite dei pianeti non sono circolari, ma ellittiche. Egli infatti, oltre a ribadire l'ipotesi eliocentrica, fu il primo astronomo a esporre un modello di orbite ellittiche per tracciare il movimento dei pianeti intorno al Sole. Le leggi che il celebre astronomo tedesco, contemporaneo di Galileo, dedusse dalle osservazioni scientifiche del suo maestro Tycho Brahe, permisero di comprendere dei fenomeni che all’epoca erano ancora inspiegabili. In seguito lo scienziato Isaac Newton dedusse dalle leggi di Keplero la spiegazione dinamica dei moti planetari inserendo, come causa del moto, la forza di gravitazione universale. La prima legge di Klepero afferma che ogni pianeta ruota attorno al Sole percorrendo un'orbita piana che ha la forma di un'ellisse e il Sole occupa uno dei due fuochi dell'ellisse: « L'orbita descritta da un pianeta è un'ellisse, di cui il Sole occupa uno dei due fuochi»; la seconda legge spiega che la velocità di ciascun pianeta lungo la sua orbita non è uniforme, ma cambia a seconda della sua posizione: « Il segmento, o raggio vettore, che unisce il centro del Sole con il centro del pianeta descrive aree uguali in tempi uguali»; la terza legge illustra la relazione tra le dimensioni delle orbite e i periodi di rivoluzione dei pianeti« I quadrati dei tempi che i pianeti impiegano a percorrere le loro orbite sono proporzionali al cubo delle loro distanze medie dal sole ». Durante la sua vita Il celebre astronomo tedesco si occupò di astrologia, come il suo contemporaneo  Galileo, compilando almanacchi e facendo oroscopi, che all’epoca, come oggi del resto, erano attività altamente remunerative. 

Cercato come:

Il celebre astronomo tedesco contemporaneo di Galileo

Categorie: