Gli esami delle funzioni vitali

Gli esami delle funzioni vitali, sono quegli esami che riguardano i parametri vitali di un individuo con lo scopo di rappresentare le funzionalità dell’organismo. Gli esami delle funzioni vitali sono assolutamente fondamentali nelle procedure di primo soccorso e, basandosi sulla valutazione di funzioni vitali come respirazione, battiti cardiaci e polso, permettono di determinare la morte o la vitalità di un organismo.

Questi esami delle funzioni vitali sono comunemente noti come bioscopie.
Durante una procedura di primo soccorso, il soccorritore procede ad una prima sommaria esecuzione degli esami delle funzioni vitali senza l’utilizzo di strumenti, per valutare rapidamente (ma in maniera non accurata) lo stato delle funzioni vitali (es. il cuore batte/il cuore non batte, respira / non respira, etc.).
Successivamente si procede agli esami delle funzioni vitali con l’ausilio di strumenti per verificare che i parametri raccolti siano all’interno dei valori limite stabiliti.
Nello specifico possono essere eseguiti i seguenti esami delle funzioni vitali:
- Pressione arteriosa, misurata attraverso lo sfigmomanometro, valori tra 90 e 140 mmHg
- Polso, misurato con un fonendoscopio, valori tra i 60 e i 100 bpm.
- Frequenza respiratoria, misurata con lo spirometro, tra i 12 ed i 20 atti respiratori al minuto
- Temperatura corporea, misurata con un termomtero, valori tra 36,6°C e 37,4 °C
- Ossigenazione sanguigna, misurata con il pulsiossimetro, valori maggiori dell’85%.
- Stato di coscienza
- Colore della cute
- Dolore

Cercato come:

esami delle funzioni vitali

Categorie: