L'esame accurato delle uscite di uno Stato

L'esame accurato delle uscite di uno Stato per il funzionamento dei suoi uffici e per l'offerta di servizi ai cittadini, volto allo scopo di ridurre in maniera consistente gli sprechi, è comunemente noto come “Revisione della spesa pubblica”.
Questo esame, molto discusso negli ultimi anni da politici, quotidiani e telegiornali, e noto anche nella sua variante inglese “spending review” è un procedimento per cui vengono analizzati i vari capitoli di spesa di uno o più Enti al fine di identificare sprechi o inefficienze e per individuare strategie di risparmio.
In Italia questo esame per la revisione della spesa è stata realizzato attraverso Commissioni di studio e provvedimenti di legge molto incisivi.
Molto spesso questo esame accurato delle uscite dello Stato è stato dettato da urgenti e pressanti esigenze di bilancio e si è tradotto nella realizzazione di tagli lineari ai finanziamenti di Ministeri ed Enti, portando alla riduzione o cancellazione della quantità e della qualità dei servizi per i cittadini, anziché rivolgersi all'individuazione degli sprechi ed al raggiungimento di una maggiore efficienza.
In Italia i commissari che si ricordano per essere stati incaricati di revisionare le uscite dello Stato sono Enrico Bondi, Mario Canzio, Carlo Cottarelli e Yoram Gutgeld.
Questo strumenti per la revisione e la razionalizzazione della spesa è stato avviato, oltre che in Italia anche in Regno unito, Canada, Paesi Bassi, Nuova Zelanza e Francia.

Cercato come:

l'esame accurato delle uscite di uno Stato

Categorie: