L'ufficiale che provvedeva agli alloggiamenti dei soldati

L’ufficiale che provvedeva agli alloggiamenti dei soldati, supervisionando l’insieme delle attività finalizzate all’allestimento delle basi militari, era designato in passato col nome di ‘quartiermastro’. Il termine ‘quartiermastro’ – composto di ‘quartiere’ e ‘mastro’ – risulta modellato sull’olandese Kwartiermeester, che può essere tradotto in italiano come ‘mastro degli alloggiamenti’. Un possibile modello per l’italiano ‘quartiermastro’ può tuttavia essere rintracciato anche in tedesco, dove l’ufficiale che provvedeva agli alloggiamenti dei soldati veniva designato come Quartiermeister. Si ricorda inoltre che nell’esercito tedesco tale denominazione restò in uso fino alla prima guerra mondiale. A partire dai secoli XVI e XVII le mansioni del quartiermastro andarono progressivamente ampliandosi: pur confermandosi come l’ufficiale che provvedeva agli alloggiamenti dei soldati, egli assunse in aggiunta la responsabilità del vettovagliamento – cioè della distribuzione dei viveri ai soldati – nonchè della custodia della cassa e della contabilità. Occorre precisare che nella marina da guerra velica il titolo di ‘quartiermastro’ non è impiegato per designare l’ufficiale che provvedeva agli alloggiamenti dei soldati, bensì l’ufficiale incaricato di chiamare gli uomini a fare il quarto e ad eseguire determinate manovre. Attualmente questa figura è designata come ‘capoguardia’ e non è un ufficiale, ma un sottoufficiale, ossia un appartenente alla categoria intermedia fra i graduati di truppa e gli ufficiali.

Cercato come:

provvedeva agli alloggiamenti dei soldati

Categorie: