La membrana nelle zampe degli uccelli nuotatori

La membrana nelle zampe degli uccelli nuotatori, ossia, in zoologia, la membrana che congiunge le dita anteriori dell’arto posteriore di molte specie di uccelli acquatici, prende il nome di membrana interdigitale. La membrana si allunga per tutta l’estensione delle dita, raggiungendo le unghie degli uccelli che, grazie ad essa, sono degli ottimi nuotatori. In alcune specie di uccello acquatico, quale l’anatra, ad esempio, tale membrana nelle zampe comprende soltanto lo spazio interdigitale.

In altre specie, quali quella dei Ciconidi, la membrana è corta e circoscritta alla radice delle dita. Ancora, in alcuni uccelli nuotatori, come i tuffetti e le folaghe, le dita sono del tutto libere e possiedono espansioni laterali integre nei primi e lobate nelle seconde. Anche quella che riunisce le dita degli arti posteriori di numerosi anfibi è denominata membrana interdigitale. La membrana nelle zampe degli uccelli nuotatori,  fa sì che simili uccelli nuotino con movimenti a mo’ di remo delle zampe dotate di membrana, allo stesso modo di tutti gli altri uccelli acquatici, oppure che essi, come i pinguini, mettano in azione le ali a pagaia, facendo funzionare le zampe rivolte all'indietro a guisa di timone. La membrana interdigitale degli uccelli nuotatori è valsa a questi uccelli l’appellativo di “palmipedi”, cioè caratterizzati dall'avere le dita palmate, fatto che li rende eccellenti nuotatori. I palmipedi, tuttavia, costituiscono un gruppo di uccelli artificiale, vale a dire non scientificamente riconosciuto.

Cercato come:

La membrana nelle zampe degli uccelli nuotatori

Categorie: