La natura positiva o negativa della corrente

La natura positiva o negativa della corrente, in elettrostatica, cioè quel campo della scienza che studia le cariche elettriche stazionarie nel tempo che generano un campo elettrostatico - un sistema composto da due cariche elettriche uguali ma di segno opposto viene chiamato dipolo elettrico – porta il nome di polarità. In ambito elettrostatico la polarità, intesa come natura positiva o negativa della corrente, e il dipolo in cui essa si concretizza, sono di fatto il sistema basilare del campo elettrico. In campo chimico, la polarità è una qualità insita in ogni molecola, che viene definita molecola polare, quando presenta una carica parziale positiva su una parte e una carica parziale negativa sull’altra. Tutte le molecole che non presentano queste caratteristiche, e sono quindi prive di cariche positive o negative, vengono definite non polari, o apolari. Usualmente, quando in una molecola tutti gli atomi sono di tipo uguale fra di loro, e sono legati all’atomo centrale di un tipo differente, la molecola non presenta polarità, dato che l’equilibrio fra le diverse componenti assicura una simmetria anche delle cariche. Invece, quando una molecola, come ad esempio quella dell’acqua, presenta da una parte, in vicinanza dell'atomo di ossigeno, una carica parziale negativa, e in vicinanza dei due atomi di idrogeno una carica parziale positiva, la molecola è polare. La capacità degli atomi legati di attrarre gli elettroni produce un differente grado di polarità di un legame covalente. Il grado di polarità di un legame è dato dalla differenza vettoriale dell’elettronegatività di ogni singolo atomo. Quindi, la polarità, in una molecola, si presenta quando gli elettroni di legame tra due atomi diversi, a ragione della differente elettronegatività dei due atomi non sono equamente condivisi. La polarità o la non polarità ha un effetto molto visibile sulle sostanze, influenzando la possibilità di mescolarsi fra di loro. Questo fenomeno, infatti, è possibile soltanto tra due elementi o entrambi polari, o entrambi apolari. La polarità, dal punto di vista quantitativo, è espressa dal suo momento dipolo, che si ottiene attraverso la moltiplicazione della carica parziale presente ai due estremi della molecola, per la misura della distanza fra le due cariche. 

Cercato come:

La natura positiva o negativa della corrente

Categorie: