Il Palazzo Ducale che fu la sede estiva dei Farnese nel Parmense

Il Palazzo Ducale che fu la sede estiva dei Farnese nel Parmense, e precisamente nella bassa parmense, ossia in quella porzione di territorio pianeggiante della provincia di Parma, larga 15 chilometri circa e situata sul lato sud del fiume Po, è il Palazzo Ducale di Colorno, noto anche come Reggia di Colorno. Il Palazzo Ducale di Colorno, con le sue 400 sale, le sue corti e i suoi cortili, fu la sede estiva dei Farnese a partire dal 1612 fino al 1731. Nel 1612 infatti, dopo che la contessa Barbara Sanseverino fu giustiziata in quanto sospettata di capeggiare un complotto di nobili ribelli, il Palazzo Ducale fu rilevato dal duca Ranuccio I Farnese, il quale, da quel momento fino al 1731, ne fece la sede estiva dei Farnese. Ristrutturato sotto il regno di Ranuccio II per volere della sposa di costui, Margherita Violante di Savoia, il Palazzo Ducale assunse infine la forma attuale sotto il regno di Francesco Farnese, erede di Ranuccio, il quale affidò la direzione dei lavori all'architetto Ferdinando Galli da Bibbiena. Il Palazzo Ducale di Colorno cessò infine di servire da sede estiva dei Farnese nel 1731, anno della morte di Antonio Farnese, ultimo duca di Parma. A partire da quella data infatti, esso passò ai Borbone.   

Cercato come:

Il suo Palazzo Ducale fu la sede estiva dei Farnese nel Parmense

Categorie: