Un personaggio della seconda giornata del Decamerone

Un personaggio della seconda giornata del Decamerone, celebre raccolta di novelle scritta da Giovanni Boccaccio nel XIV secolo, presumibilmente tra il 1349 e il 1353, è il personaggio di Andreuccio da Perugia. La novella che ha per protagonista il personaggio di Andreuccio da Perugia è la quinta della seconda giornata del Decamerone, la giornata cioè in cui i dieci giovani sfuggiti alla peste hanno deciso di raccontare storie con finale lieto. Il personaggio che nella seconda giornata del Decamerone si cimenta nella narrazione della novella di Andreuccio è quello di Fiammetta. La storia narrata da Fiammetta è incentrata sul personaggio di un giovane mercante che da Perugia, sua città d'origine, si reca a Napoli col proposito di comperare dei cavalli. Una volta giunto a Napoli, per prima cosa Andreuccio inizia ad ostentare le proprie ricchezze, traendo fuori dalle tasche il borsello con i cinquanta fiorini che aveva portato con sé da Perugia per concludere i suoi affari. Il gesto, chiaramente dettato dall'ingenuità del personaggio di Andreuccio, costerà al giovane mercante una notte piena di peripezie, dalla quale tuttavia egli trarrà una nuova consapevolezza della vita. In tal senso si può affermare che in questa famosa novella della seconda giornata del Decamerone, attraverso il personaggio di Andreuccio, Boccaccio ha tracciato un vero e proprio percorso di formazione che, sulla scia della Fortuna, consente al giovane mercante di crescere e maturare. 

Cercato come:

Un personaggio della seconda giornata del Decamerone

Categorie: