Il processo di cambiamento dei quartieri degradati in zone di pregio

Il processo di cambiamento dei quartieri degradati in zone di pregio è normalmente indicato per mezzo di un termine che, coniato in ambito accademico dalla sociologa Ruth Glass nel 1964, si è ampiamente diffuso, entrando nell'uso comune. Il termine in questione è getrificazione, adattamento italiano dell'inglese gentrification, a sua volta derivato da gentry, classe sociale tradizionalmente identificata con la piccola nobiltà di campagna. Originariamente impiegato con riferimento specifico alle trasformazioni incorse in un determinato quartiere di Londra in seguito all'insediamento di un nuovo gruppo sociale appartenente alla classe media, in seguito il termine gentrificazione ha assunto un significato via via più generale, designando il processo di cambiamento dei quartieri degradati in zone di pregio, senza riferimenti specifici a determinati quartieri o aree urbane. Il processo di cambiamento indicato come gentrificazione è in effetti un processo complesso o, meglio, un insieme di processi che investono tanto l'aspetto urbanistico quanto quello socio-culturale dei quartieri coinvolti che, da quartieri degradati, vengono trasformati in zone di pregio. L'opera di restauro e miglioramento fisico del patrimonio immobiliare determina infatti l'affluenza di nuovi abitanti ad alto reddito e il contestuale allontanamento dei vecchi abitanti a basso reddito, i quali, non essendo in grado di fronteggiare l'ascesa dei prezzi, non possono più permettersi di risiedervi.

Cercato come:

Il processo di cambiamento dei quartieri degradati in zone di pregio

Categorie: