Il sobborgo di Berlino con il castello di Federico III

Il sobborgo di Berlino con il castello di Federico III – nome con cui Federico I di Hohenzollern svolse dapprima il mandato di principe elettore di Brandeburgo (1688-1713) e poi quello di primo re di Prussia (1701-1713) – è il sobborgo di Charlottenburg. Il sobborgo, situato nella zona ovest della città di Berlino, trae il proprio nome da quello della moglie di Federico III, Sophie Charlotte. Nel 1694 ella acquisì l'area corrispondente all'odierno sobborgo per costruirvi una residenza estiva cui diede il nome di Lützenburg. I lavori per la realizzazione del castello di Federico III iniziarono nel 1695 sotto la direzione dell'architetto olandese Arnold Nering, il quale diede vita ad una struttura assai raffinata, decorata con pilastri e colonne in stile corinzio sormontate da statue. Un'enorme cupola fu posta a copertura del grande salone all'italiana, il quale fu ben presto adibito dalla consorte del principe elettore a luogo d'incontro di artisti e uomini di cultura. Il castello di Federico III fu ulteriormente ampliato nel 1702 e trasformato in un vero e proprio spazio di rappresentanza. I lavori di ampliamento furono curati dall'architetto svedese Johan Friederich Eosander Von Göthe, sotto la cui direzione fu realizzato non soltanto un magnifico parco esterno, ma anche una serie di stanze di rara originalità, da quella degli specchi, a quella delle porcellane, a quella dei ritratti di tutti gli ospiti del castello. Quando Sophie Charlotte morì improvvisamente nel 1705, Federico III, sconvolto dalla perdita della consorte, decise di ribattezzare Lützenburg col nome di Charlottenburg, successivamente esteso all'intero sobborgo di Berlino. 

Cercato come:

Il sobborgo di Berlino con il castello di Federico III

Categorie: