La specialità circense di chi tiene in aria palle e cerchi

La specialità circense di chi tiene in aria palle e cerchi, la cui prima attestazione è data da un affresco visibile su una tomba della necropoli egizia di Beni Hasan , raffigurante un gruppo di acrobate intente a tenere in aria palle, è propriamente denominata giocoleria. Considerata un onorevole svago fino alla caduta dell'Impero romano d'Occidente, ma severamente condannata dai chierici in età medievale, l'arte di chi tiene in aria palle e cerchi è oggi una specialità circense tra le più diffuse e apprezzate. Generalmente etichettata come la specialità circense di chi tiene in aria palle e cerchi, la giocoleria si fonda anche sul lancio e sulla manipolazione di altri attrezzi, come le clave o il diablo. Il diablo, il cui nome risale al greco “tirare diagonalmente”, è un oggetto a forma di clessidra orizzontale provvisto di un cordino che, avvolto nel punto centrale dell'oggetto, è legato alle estremità a due bacchette. Occorre specificare tuttavia che la capacità di manipolare il diablo viene ritenuta come una specialità circense a sé stante, laddove il giocoliere in senso stretto è colui che tiene in aria palle e cerchi, ma anche clave. Le clave in particolare sono oggetti a forma di birillo, che si utilizzano in modo analogo alle palle e ai cerchi.

Cercato come:

La specialità circense di chi tiene in aria palle e cerchi

Categorie: