Lo sport in cui chi lo pratica taglia il traguardo con le spalle

Lo sport in cui chi lo pratica taglia il traguardo con le spalle piuttosto che – come più comunemente accade – slanciando in avanti il centro del petto, è chiamato retrorunning o, in alternativa, backwards running. Come suggerito dal nome stesso dello sport, si tratta di un particolare tipo di corsa all’indietro, in cui il corridore è tenuto a muoversi mantenendo i piedi e le gambe paralleli al senso di marcia fino alla fine del percorso, allorquando taglia il traguardo con le spalle. Sebbene all’atleta che pratica la retrorunning sia concesso di ruotare all’indietro la testa e le spalle per valutare se sta seguendo il tragitto in modo corretto, generalmente si consiglia di voltarsi il meno possibile per evitare di perdere il ritmo. La retrorunning nasce originariamente in Giappone, dove da secoli la popolazione pratica questo sport come attività giornaliera per mantenersi in forma. Essa è ampiamente diffusa anche negli Stati Uniti e in Europa, dove tuttavia si pratica da tempi relativamente recenti e rispettivamente dagli anni Ottanta e Novanta del secolo scorso. I principali benefici apportati da questo sport alla salute di chi lo pratica sono: possibilità di correre anche se infortunati, maggiore quantità di calorie bruciate rispetto alla corsa tradizionale, miglioramento della postura ed incremento delle facoltà percettive, soprattutto udito e visione periferica.    

Cercato come:

chi lo pratica taglia il traguardo con le spalle

Categorie: