Una storica famiglia siciliana di origine catalana

Una storica famiglia siciliana di origine catalana, avente come capostipite un nobile guerriero originario della Bavaria e vissuto all'incirca all’epoca di Carlo Magno, è la famiglia Moncada, anche detta Montcada. Le origine della famiglia siciliana datano all’ottavo secolo dell’era volgare, quando Teodone III di Baviera, detto Dapifero, figlio del duca di Baviera Tassilone III, si recò in Catalogna per creare nella regione una sorta di presidio che facesse da sbarramento contro le invasioni dei Mori, che all’epoca premevano sull’Europa dal fronte iberico pirenaico. Secondo la leggenda, a simboleggiare la barriera da lui creata in Catalogna, il Dapifero fece scorrere delle catene fra le vette di due alture, il che gli procurò il nome di Montecateno, che poi si sviluppò Montcada e Moncada. Da un punto di vista storico scientifico, tuttavia, data l'origine dell'antroponimo del personaggio e della storica famiglia siciliana dal toponimo catalano Montcada, è più probabile una etimologia risultante dalla composizione dei due vocaboli catalani monte e cada, essendo la cada un ginepro rosso frequente nella zona catalana ed utilizzato per ricavarne un olio usato in dermatologia. Possidenti di vari feudi e titoli nobiliari, i la storica famiglia impiantatasi in Catalogna si stabilì in Sicilia nel XIII secolo. La casata venne trapiantata sull'isola nel 1282 da Guglielmo Raimondo Moncada, che, al servizio del re Pietro I d'Aragona, vi guerreggiò contro le truppe di Carlo d'Angiò, durante la guerra per il possesso del meridione italiano che ebbe inizio con la rivolta dei Vespri Siciliani ed ebbe fine con la pace di Caltabellotta. Il Re gli fece sposare Luchina Contessa di Malta. Anche dopo il trapianto in Sicilia, la famiglia catalana mantenne un forte legame con la madrepatria, appoggiando in genere i re aragonesi. Divenuti potenti nel XIV secolo, insieme agli Alagona la famiglia siciliana fu tra i sostenitori della fazione catalana della nobiltà siciliana tradizionalmente avversa a quella latina dei Chiaramonte e Ventimiglia.  La famiglia di origine catalana ebbe grande rilievo nella storia siciliana: basti pensare a Guillermo de Moncada, vescovo di Lérida in Spagna nel 1200. I Moncada possedettero i principati di Larderia, Alcontres, Cassano, Calvaruso, Collereale, Montereale, Sperlinga, Rosolini, le ducee di Alcalà, Archirafi, Bivona, Montalto, le contee di Afara, Adernò, Augurta, Ampuria, Atrino, Augusta, Biancavilla. Caltabellotta, Caltanissetta, Cammarata, Centorbi, Collesano, Malta, Militelli, Mottasantanastasia, Navarra, Noara, Ossone, Sanpieri, Santantonio, Saponara, Scafani, Tripi, Urgelli.

Cercato come:

Una storica famiglia siciliana di origine catalana

Categorie: