Uno storico generale italiano

Uno storico generale italiano, che ricoprì la carica di Capo di Stato Maggiore generale dell'esercito italiano durante la Prima Guerra Mondiale, fu Cadorna. Luigi Cadorna nacque a Pallanza il 4 settembre del 1850 e morì a Bordighera il 21 dicembre del 1928. Luigi Cadorna proveniva da una illustre famiglia di militari. Il padre, Raffaele Cadorna, era stato comandante della spedizione che portò all'annessione di Roma al Regno d'Italia nel 1870. Lo storico generale italiano assunse la carica di Capo di Stato Maggiore dell'esercito italiano dopo la morte improvvisa del suo predecessore, il generale Pollio, e ne fu il capo incontrastato a partire dall'entrata dell'Italia in guerra, nel 1915, sino alla disfatta di Caporetto. Nonostante la lunga e prestigiosa carriera militare, infatti, il nome di questo storico generale italiano è legato in modo indissolubile alla battaglia di Caporetto, la più nota battaglia della Prima Guerra Mondiale. La battaglia vide lo scontro fra l'esercito italiano e le truppe austro-ungariche e tedesche. La battaglia si svolse nella località di Caporetto, presso il fiume Isonzo, il 24 ottobre 1917. L'esercito italiano, a causa di gravi errori tattici del generale Cadorna subì la più terribile disfatta nella storia dell'esercito italiano. Ancora oggi il termine Caporetto è sinonimo di una sconfitta irreparabile, non soltanto in lingua italiana. La sconfitta dello storico generale italiano portò alla sostituzione di Luigi Cadorna con il generale Armando Diaz. Sotto gli ordini del nuovo comandante le truppe italiane riuscirono a riorganizzarsi e a fermare l'esercito avversario sul fronte del Piave, rovesciando le sorti del conflitto.

Cercato come:

Uno storico generale italiano

Categorie: