Lo strumento che indica la direzione del vento

Lo strumento che indica la direzione del vento, oltre che la presenza stessa del vento e la sua intensità, a patto che venga collocato in luoghi adatti e preferibilmente negli spazi aperti, è propriamente denominato anemoscopio. Il termine anemoscopio, la cui etimologia risale al greco e precisamente ai vocaboli anemos, “vento”, e scopeo, “osservo”, è in realtà assai generico e serve ad indicare non uno strumento in particolare che indica la direzione del vento, ma una molteplicità di strumenti funzionali a questo scopo. Le principali tipologie di anemoscopio sono rappresentate dalla banderuola girevole, dalla striscia di tela e dalla manica a vento. Quando si parla di banderuola girevole si fa riferimento ad uno strumento che indica la direzione del vento per mezzo di un'insegna metallica girevole di varie forme e dimensioni che viene di norma collocata in cima agli edifici. Si segnala che il primo anemoscopio della storia, realizzato da Leonardo da Vinci, presentava una struttura del tutto analoga a quella di una banderuola. Quanto infine alla manica a vento, essa costituisce senz'altro la tipologia di anemoscopio più diffusa. Si tratta di uno strumento che indica la direzione del vento per mezzo di un tronco di cono di tessuto fissato all'estremità girevole di un palo di sostegno. La manica a vento è lo strumento più utilizzato negli aeroporti per misurare la direzione del vento.

 

Cercato come:

indica la direzione del vento

Categorie: