Il sultano cui è dedicata una grande moschea di Istanbul

Il sultano cui è dedicata una grande moschea di Istanbul – secondo alcuni la più bella tra tutte le moschee della metropoli sul Bosforo – è il famoso sultano Solimano, detto il Magnifico. La moschea di Solimano il Magnifico, assai più nota come Suleymaniyyè, fu edificata sul sesto colle di Istanbul – il cui nome all’epoca era Costantinopoli – tra il 1550 e il 1557. L’edificazione di questa grande moschea fu commissionata dal sultano ad uno dei più famosi architetti imperiali del tempo, Mimar Sinan. L’edificio, nel suo complesso architettonico, appare vistosamente esemplato sul modello della basilica di Santa Sofia che, voluta dall’imperatore bizantino Giustiniano, fu successivamente trasformata in moschea dagli Ottomani. Circondata da una cinta di mura esterne, questa grande moschea di Istanbul dedicata a Solimano è affiancata da una ricca serie di strutture adiacenti: scuole, un imaret, un ospedale, degli hamam, un cimitero, un ricovero gratuito per i viaggiatori. Il porticato esterno include 24 colonne appartenti all’antico Hipodrom, mentre l’interno della moschea, essenziale nelle sue decorazioni, è dominato da un’imponente cupola alta ben 53 metri. La leggenda narra che Solimano, quando vide finalmente completata la grande moschea a lui dedicata, si rivolse all’architetto Sinan pronunciando le seguenti parole: «Non verrò ricordato in futuro per le tantissime conquiste che ho realizzato ma per questa moschea».

Cercato come:

gli è dedicata una grande moschea di istanbul

Categorie: