Una tela di cotone dal nome indiano

Una tela di cotone dal nome indiano, impiegata soprattutto per la confezione di biancheria – lenzuola, tovaglie, asciugamani e fazzoletti – ma anche come tessuto base per la stampa delle stoffe, è il cosiddetto madapolam. Il nome deriva dall’indiano Madapollam, quartiere periferico di Narasapur, luogo in cui la Compagnia britannica delle Indie Orientali aveva impiantato una fabbrica che produceva questa particolare tela di cotone. Per madapolam s’intende precisamente una tela di cotone molto leggera, originariamente prodotta con filati fini e successivamente sottoposta a candeggio, in modo tale da asportare tutte le sostanze estranee nocive e ottenere un colore quanto più possibile vicino al bianco. La principale qualità di questa speciale tela di cotone dal nome indiano è data senz’altro dal suo aspetto che, tanto in ordito (insieme dei fili tessuti verticalmente) quanto in trama (insieme dei fili tessuti orizzontalmente), tende ad apparire liscio e compatto. Inizialmente la produzione di madapolam era appannaggio esclusivo dell’Inghilterra, la quale, su iniziativa dei mercanti della Compagnia delle Indie Orientali, si specializzò nella lavorazione di questa caratteristica tela di cotone dal nome indiano. Attualmente invece il madapolam, nelle sue numerose varianti – tinto, più o meno pesante, più o meno fitto – viene prodotto ovunque. L’italia stessa è una grande produttrice di madapolam e lo esporta in tutto il mondo.         

Cercato come:

tela di cotone dal nome indiano

Categorie: