Un fantasista del circo

Un fantasista del circo, la cui specialità è un antico sfoggio di bravura nel quale l'esecutore introduce una spada attraverso la bocca e l'esofago fino allo stomaco, è il mangiatore di spade. La deglutizione della spada è una tecnica originaria dell'India del sud, anteriore al 2000 a.C. Nell’antichità tale abilità è stata impiegata come testimonianza del legame esistente con la divinità e il potere. La disciplina, che oggi è unicamente appannaggio del fantasista del circo, era conosciuta anche nella Grecia antica e nella Roma del I secolo d.C.

In Giappone diventò una disciplina del teatro acrobatico Sarugaku, che includeva anche esibizioni come il mangiare il fuoco, le prove di equilibrismo e la giocoleria. Nei primi del 1900 i circhi e le rappresentazioni erranti sono state il luogo prediletto per lo spettacolo dei mangiatori di spada: in Europa, gli artisti tentavano di ingoiare più di una spada, fino ad arrivare a vere e proprie competizioni. Il numero di questo fantasista del circo iniziò ad interessare e ad avere spazio anche nel corso dello spettacolo di maghi illusionisti (per esempio del mago Houdini). Proprio all’epoca di Houdini, in Europa occidentale ed Inghilterra vi fu un aumento di attenzione verso la deglutizione della spada, con molta risonanza mondiale. Nella metà del XX secolo si è visto un crollo dell'attività circense in generale, che ha coinvolto anche il numero del fantasista del circo mangiatore di spade.

Cercato come:

Un fantasista del circo

Categorie: