Il Vincenzo del Rinascimento lombardo autore della Madonna del libro

Il Vincenzo del Rinascimento lombardo autore della Madonna del libro, mirabile dipinto tempera su tavola custodito presso la Pinacoteca del Castello Sforzesco a Milano, è Vincenzo Foppa. Tra i più illustri esponenti del Rinascimento lombardo prima dell’arrivo di Leonardo da Vinci a Milano, Vincenzo Foppa realizzò la Madonna del libro dopo essersi stabilito con la famiglia a Pavia, intorno al 1460-1468 circa. La Madonna del libro, annoverabile senz’altro tra le più pregevoli testimonianze pittoriche del Rinascimento lombardo, era probabilmente destinata alla devozione privata. Il soggetto del dipinto – una Madonna col Bambino benedicente – fuoriesce illusionisticamente al di là di una cornice dorata, lungo il cui margine corre un’iscrizione che ricalca l’attacco di un’orazione attribuita al papa Sisto IV e incentrata su un tema all’epoca assai questionato, quello dell’Immacolata Concezione. Il nome del dipinto – Madonna del libro – si deve al libro che la Madonna sorregge con la mano destra davanti al Bambino. L’impressione che ne deriva è che la Madonna sia intenta nella lettura. Non è irragionevole credere che l’autore abbia voluto fare esplicito riferimento alle Sacre Scritture, le cui tristi profezie circa le future sorti del Bambino sarebbero all’origine dell’espressione della Madonna, la quale appare visibilmente afflitta e addolorata. La mano destra della Madonna, avanzata al di fuori della cornice dorata, mostra qualche anomalia nello scorcio, che la fa sembrare più piccola anziché più grande.

Cercato come:

il Vincenzo del Rinascimento lombardo autore della Madonna del libro

Categorie: